Categorie: news, Orafi,

12 maggio 2008 - La news ha avuto 26 visite
Successo dell'evento "L'arte nella progettazione orafa"

Successo dell’evento "L’arte nella progettazione orafa"

1210947145_06052008055.jpg,1210947145_06052008055.jpg,1210947145_06052008055.jpg 

Si è chiuso all’insegna del successo e dell’alto numero di presenze l’evento organizzato da Confartigianato Imprese Macerata in collaborazione con Banca Etruria e I Guzzini, “L’ Arte nella Progettazione dell’anello” – Percorso delle tecniche e dell’artigianalità: lavorazione metalli e gemme preziose, una due giorni dedicata all’artigianato orafo che si è svolta sabato 10 e domenica 11 maggio 2008 nella splendida cornice dell’ Abbadia di Fiastra.

Numerosi sono stati i visitatori che nelle due giornate dedicate alla manifestazione si sono soffermati ad ammirare gli esclusivi monili realizzati con maestria da orafi locali ed esposti nelle decine di bacheche allestite per l’occasione presso i locali della Sala Pompeiana dell’ Abbadia di Fiastra.

Questi i nomi degli artigiani orafi che hanno partecipato all’evento: ADAMO GENTILI RAFFIONI, Orafo di Cingoli, NICOLA MERCURI, Orafo di Macerata, LORENZO PERUCCI Orafo di Macerata, GIUSEPPE VERDENELLI, Orafo di Macerata, ROBERTO COLA, Orafo di Treia, MARCELLO MILAZZO,Orafo di Macerata, NAZZARENA LUCIDI, Orafa di San Benedetto del Tronto (AP), SANDRO ORTOLANI, Orafo di Macerata, STEFANO IOMMI, Gemmologo di Corridonia , FABRIZIO VALLESI, Gemmologo di Porto Recanati , TONINO PIERANTONI, Incastonatore di Corridonia, ANGELO RUFFINI, Mastro tagliatore gemme di Grottammare (AP), RENATO SILVI, Incastonatore di Macerata, STEFANO VERDINI,Orafo di Macerata.

Lungo il percorso dedicato all’artigianalità orafa sono stati poi allestiti laboratori presso i quali si è potuto assistere alle fasi di una creazione orafa partendo dai materiali grezzi fino ad arrivare al prodotto finito.

A fare bella mostra di sé dalle vetrine della Sala Pompeiana nella giornata di domenica sono state poi anche le creazioni realizzate dagli alunni degli Istituti d’arte della regione, che hanno preso parte al 1° concorso orafo dedicato alle scuole d’arte. La mattinata di sabato 10 maggio è stata infatti dedicata interamente ai ragazzi partecipanti, tutti appartenenti alle classi quinte degli Istituti Statali d’Arte delle Marche che comprendono al loro interno la sezione di “arti dei metalli e oreficeria”, i quali nelle settimane precedenti al concorso si sono impegnati nella progettazione e realizzazione di un gioiello.

Una giuria composta da esperti del settore e presieduta dal Presidente del Gruppo Orafi di Confartigianato di Macerata Stefano Iommi, ha valutato il lavoro migliore, che è risultato essere quello realizzato da Tamara Nasta, studentessa della classe V B dell’ Istituto Statale d’Arte “E.Mannucci” di Ancona. La sua creazione sarà  a breve reinterpretata dai maestri orafi locali in metalli preziosi e gemme e donato all’ istituto “ E. Mannucci” . Ai partecipanti sono stati inoltre consegnati attestati. Ad aderire all’iniziativa sono state le classi quinte di tutti gli Istituti d’Arte delle Marche che comprendono al loro interno la sezione di “arti dei metalli e oreficeria”: il “Cantalamessa” di Macerata, il “Mannucci” di Ancona e di Jesi, il “Preziotti” di Fermo ed il “Mengaroni” di Pesaro.

Agli studenti presenti nella giornata di sabato 10 maggio sono stati poi mostrati e spiegati tutti i procedimenti di realizzazione pratica di un gioiello, con la presenza straordinaria di un maestro tagliatore di gemme; i ragazzi hanno assistito inoltre a filmati sulla professione orafa artigiana e partecipato ad un dibattito sull’argomento.

< Un evento che fa conoscere e valorizza l’artigianato orafo, coinvolgendo poi anche il mondo della scuola, è un veicolo fondamentale per sostenere gli operatori del settore> – ha commentato Stefano Iommi, presidente del Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata – < La manifestazione ha rappresentato poi un’importante occasione per permettere al pubblico di osservare da vicino l’attività e le tecniche di lavorazione orafa, che di solito rimangono chiuse tra le mura dei nostri laboratori>.

< Il successo della manifestazione ci invita senza dubbio a pensare ad edizioni successive – ha concluso Paolo Capponi – Eventi di questo calibro sono infatti senza dubbio fondamentali e strategici per continuare a mantenere accesi i riflettori su un mondo laborioso e di grande valore professionale come quello del nostro artigianato orafo >.

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA                     

1210947145_06052008055.jpg,1210947145_06052008055.jpg,1210947145_06052008055.jpg

 

Shares