Categorie: news, Orafi,

6 maggio 2008 - La news ha avuto 106 visite
L’ Arte nella progettazione orafa

L’ Arte nella progettazione orafa

1210345817_06052008056.jpg,1210345817_06052008056.jpg 

Si è svolta presso la Camera di Commercio di Macerata la conferenza stampa di presentazione dell’evento organizzato da Confartigianato Imprese Macerata “L’ Arte nella Progettazione dell’anello” – Percorso delle tecniche e dell’artigianalità: lavorazione metalli e gemme preziose, una due giorni dedicata all’artigianato orafo che si svolgerà sabato 10 e domenica 11 maggio 2008 nella splendida cornice dell’ Abbadia di Fiastra.

Nel corso della manifestazione, organizzata da Confartigianato Imprese Macerata in collaborazione con Banca Etruria e I Guzzini, si svolgerà il primo Concorso Gruppo Orafi per gli Istituti d’ Arte, oltre ad una vasta esposizione orafa allestita presso la sala Pompeiana dell’Abbadia di Fiastra.

Presenti all’evento erano il segretario della Camera di Commercio di Macerata dott. Mario Guadagno, il dott. Paolo Capponi, responsabile del settore oreficeria di Confartigianato Imprese Macerata, il sig. Stefano Iommi, Presidente Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata, il dott. Giuseppe Ricci, direttore della filiale di Macerata della Banca Etruria, la prof. ssa Vittoria Michelini, preside degli Istituti d’Arte “E. Mannucci” di Ancona e Jesi, il prof. Giorgio Polidori, docente dell’Istituto d’Arte “Cantalamessa” di Macerata, e le professoresse Daniela Acciarri e Lucia Postacchini, docenti dell’Istituto d’ Arte “Preziotti “ di Fermo.

.

Nel corso della due giorni dedicata all’artigianato orafo sarà possibile ammirare la mostra di gioielli creati da orafi locali, allestita presso la sala Pompeiana dell’Abbadia di Fiastra, ed avrà inoltre luogo la premiazione finale del 1° concorso orafo dedicato agli istituti d’arte.

.

La prima giornata, quella di sabato 10, sarà infatti dedicata alle scuole, e verranno illustrate le fasi di realizzazione di una creazione orafa partendo dai materiali grezzi, dai luoghi di estrazione arrivando fino al prodotto finito. Ci sarà poi la premiazione del gioiello vincitore che sarà realizzato dai nostri orafi in metalli preziosi.

Ad aderire all’iniziativa sono state le classi quinte di tutti gli Istituti d’Arte delle Marche che comprendono al loro interno la sezione di “arti dei metalli e oreficeria”: il “Cantalamessa” di Macerata, il “Mannucci” di Ancona e di Jesi, il “Preziotti” di Fermo ed il “Mengaroni” di Pesaro.

< Siamo felici – ha continuato Paolo Capponi di Confartigianato – che i ragazzi abbiano aderito con entusiasmo all’iniziativa, che ha rappresentato per gli studenti un’occasione per scprire quanto sia differente realizzare un monile di produzione industriale rispetto ad uno di fattura artigianale, espressione della creatività delle sapienti mani artigiane e dell’unicità del made in Italy>.

< Abbiamo pensato a questa manifestazione – ha commentato Stefano Iommi, presidente  del Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata – con l’intento di creare un ponte ideale tra il mondo della scuola e quello lavorativo. L’evento rappresenterà infatti un’importante occasione per permettere ai ragazzi, ma anche al grosso pubblico, di osservare da vicino l’attività e le tecniche di lavorazione orafa, che di solito rimangono chiuse tra le mura dei nostri laboratori>.

< In tempi di mercato globalizzato – ha aggiunto la professoressa Vittoria Michelini, preside degli Istituti d’Arte “E. Mannucci” di Ancona e Jesi – puntare sull’unicità del prodotto unico creato con gli strumenti della creatività e dell’immaginazione è sicuramente una carta vincente. Così come è altrettanto importante avvicinare il mondo del lavoro a quello dei giovani, che rappresentano le forze intellettuali del nostro futuro>.

< La presenza di eventi come questo – ha fatto eco il prof. Giorgio Polidori dell’Istituto d’Arte “Cantalamessa” di Macerata – rappresenta un importante veicolo per aprire a molti aspiranti artigiani orafi la strada all’interno di una professione affascinante ma non priva di difficoltà>.

< E’ comunque auspicabile – ha concluso Paolo Capponi della Confartigianato –  che manifestazioni come la nostra accendano i riflettori sui nostri artigiani, così bravi nel “fare”, sul  un mondo laborioso e di grandissimo valore professionale come quello orafo>.

I numeri dell’artigianato orafo locale:

396 laboratori orafi nelle Marche

di cui

95 ad Ancona

80 a Macerata

121 ad Ascoli Piceno

100 a Pesaro

 

 

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA                     

 

1210345817_06052008056.jpg,1210345817_06052008056.jpg

 

Shares