Categorie: news, patronato INAPA,

10 aprile 2008 - La news ha avuto 70 visite
Premi Inail: al via la riduzione contributiva del 4,89% dei premi versati dagli artigiani

Premi Inail: al via la riduzione contributiva del 4,89% dei premi versati dagli artigiani

 

Ci sono voluti 15 mesi, ma alla fine, il Ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa, ha posto la sua firma sul Decreto interministeriale che dà via libera alla riduzione dei premi dovuti dagli artigiani all’Inail nella “misura integrale del 4,89%”.
Una firma che per le imprese artigiane vale ben 100 milioni di euro. A tanto ammonta, infatti, la riduzione prevista dalla Finanziaria 2007 che ha premiato così la Gestione separata dell’artigianato che ha fatto registrare nel 2006 un avanzo di gestione di oltre un miliardo di euro.
Sulla decisione di Padoa Schioppa ha pesato il pressing di Confartigianato che per oltre un anno non ha permesso che il Decreto finesse in fondo a un cassetto, vanificando l’importante beneficio. Un confronto serrato, nel corso del quale non sono mancate azioni clamorose. Come a fine gennaio, quando a pochi giorni dalla scadenza del versamento del saldo dei premi Inail 2007, la Confederazione ha dato disposizione a tutte le Associazioni provinciali che hanno attiva la convenzione con l’Inail per la riscossione dei contributi associativi, di procedere allo sconto dei premi nella misura del 4,89%, anche in assenza del decreto ministeriale attuativo.
Un atto deciso che ha spazzato via tutti i ritardi, le indecisioni e gli ostacoli burocratici.
Quest’anno debutterà così il nuovo metodo messo a punto dal Governo per determinare l’entità degli ‘sconti’ sui premi Inail. Un sistema, introdotto dalla Finanziaria 2007 solo per l’artigianato, con il quale da adesso bisognerà fare i conti. Infatti, se per il 2007 il Governo aveva stabilito un taglio secco di 100 milioni di euro a mezzo decreto, ora la determinazione della cifra varia a seconda di precisi parametri.
Il primo passaggio obbligatorio è rappresentato dall’approvazione del consuntivo 2007 della gestione unitaria dell’Ente, atteso per maggio. Successivamente saranno dedotti i dati relativi al prodotto interno lordo dello scorso anno. Solo dopo aver incrociato i due dati con la platea dei beneficiari “in via prioritaria” (le imprese “virtuose”, quelle che non hanno registrato incidenti nell’ultimo biennio e che partecipano a progetti pluriennali per incrementare i livelli di sicurezza, otterranno percentuali di sconto superiori, rispetto alle imprese ‘non virtuose’), si otterrà l’entità complessiva delle riduzioni applicabili. Secondo le prime proiezioni sembra che la cifra complessiva si aggirerà intorno ai 150 milioni di euro.

 

 

Per informazioni:

t.bonfigli@macerata.confartigianato.it

Tel. 0733.366411

 

 

 

 

Shares