Categorie: Credito,

8 gennaio 2008 - La news ha avuto 132 visite
Al via Basilea 2

Al via Basilea 2

L’accesso al credito rappresenta uno dei fattori determinanti per la vita delle imprese sia perché è fondamentale nella fase di avvio dell’attività sia perché è decisivo in tutti i momenti di rafforzamento e crescita dell’azienda.Con l’avvio della nuova normativa sui requisiti patrimoniali delle banche, nota come “Basilea 2”, l’accesso al credito da parte delle piccole e micro imprese potrebbe risultare più complesso e più oneroso attraverso possibili fenomeni di razionamento delle risorse con conseguente aumento del costo del denaro. Confartigianato ricorda che le piccole e medie imprese rappresentano la quasi totalità del tessuto produttivo italiano producendo oltre il 70% del valore aggiunto e l’82% dell’occupazione.Il nuovo accordo, infatti, impone alle Banche, fra l’altro, di attribuire un coefficiente di rischio ai crediti erogati. Tale coefficiente viene definito anche in funzione dell’eventuale “rating” attribuito alla singola azienda che percepisce il credito. Chiaramente, minore è il coefficiente di rischio maggiore è la possibilità di ottenere credito a costi più contenuti.Le Banche, in un certo senso, diventeranno delle agenzie di “rating”. E alla formazione del “rating individuale” avranno un ruolo determinante le informazioni che gli Istituti di credito potranno acquisire su ciascuna impresa.<< Ed è proprio in questo contesto – afferma Giuseppe Tesei, direttore della “Pierucci”, società del credito garantito del “sistema Confartigianato Macerata” (più di 6.000 soci, 2.000 pratiche l’anno, oltre 75.000.000 di garanzie in essere, primo posto nel panorama regionale delle cooperative di garanzia del sistema) – che le Associazioni di categoria possono e debbono giocare un ruolo decisivo, soprattutto per quanto riguarda le piccole imprese. Di esse infatti le Banche, nella gran parte dei casi, saranno in grado di ottenere e gestire informazioni di tipo quantitativo (soprattutto attraverso i bilanci) ma troveranno grosse difficoltà a raccogliere e quindi valutare informazioni di tipo qualitativo (storia dell’impresa, qualità del management e dei dipendenti, correttezza dei rapporti con gli Enti previdenziali e con l’Erario, puntualità nei pagamenti, progetti di sviluppo ecc.). Ed è qui, soprattutto, che noi “sistema Confartigianato” possiamo svolgere un ruolo determinante grazie alla conoscenza diretta delle imprese servite e rappresentate!

Svolgendo così un duplice ruolo, quello di facilitatore e quello di certificatore nel rapporto Banca-Impresa, permetteremo alle nostre piccole imprese di continuare ad ottenere un accesso al credito a condizioni eque. Con uno slogan potremmo dire: “Basilea 2 – nessuna paura per le imprese….. c’è Confartigianato!” >>.

UFFICIO  STAMPA  CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

Shares