Categorie: Lavoro, Legno e Arredo,

20 dicembre 2007 - La news ha avuto 71 visite
Rinnovato il contratto legno-arredo

Rinnovato il contratto legno-arredo

 

Il nuovo ccnl del legno – arredo, approvazione di ConfartigianatoDisciplinato il nuovo modello di apprendistato professionalizzante 

Moderno, innovativo e teso a valorizzare le specificità dell’artigianato. E’ il nuovo contratto collettivo nazionale del lavoro nel settore legno arredo e boschivi, siglato  l’11 ottobre 2007 dopo mesi di trattativa dalle organizzazioni di categoria e sindacati dell’artigianato.L’intesa, che riguarda 70.000 imprese e oltre 150.000 lavoratori dipendenti, copre il periodo da gennaio 2005 al 31 dicembre 2008 ed interviene su numerosi versanti delle condizioni lavorative ed economiche dei dipendenti ed apprendisti del settore. Sono rafforzati in particolare la contrattazione regionale, il sistema delle tutele ed il diritto alla formazione continua.Il contratto contiene inoltre importanti novità come la disciplina del nuovo modello di apprendistato professionalizzante, giudicato da Confartigianato estremamente qualificante sia per la durata della formazione che per le nuove prestazioni garantite all’apprendista.  

LE NOVITA’ DEL NUOVO CONTRATTO PUNTO PER PUNTO 

Normative e diritti 

Il nuovo contratto regolamenta :

 ·         il part – time verticale e orizzontale favorendo i casi motivati da ragioni personali e familiari legate alla salute o assistenza

·         i permessi per congedi parentali e per la formazione continua;

·         una pausa pranzo di mezz’ora per attività superiori alle 6 ore

·         una banca ore individuale nella quale potranno entrare straordinari da recuperare, ex festività e permessi non goduti. 

Contratti a termine In materia di mercato del lavoro sono delimitati gli ambiti nei quali le imprese potranno ricorrere a contratti a tempo determinato : per sostituzione di personale in aspettativa o malattia lunga, per punte di mercato non prevedibili, in caso di commesse con scadenze tassative ; il numero massimo di assunzioni è fissato in 2 per imprese fino a 5 dipendenti e di un terzo della forza lavoro per imprese sopra i 5. 

Apprendistato professionalizzante 

Il nuovo testo contrattuale introduce la disciplina dell’apprendistato professionalizzante, che prevede la possibilità di assumere giovani dai 16 ai 29 anni, e che trova applicazione ai rapporti instaurati dal 16 ottobre 2007.
Agli apprendisti precedentemente assunti continua ad applicarsi la previgente disciplina (ex Ccnl 15 dicembre 1997); analogamente avviene – fino all’entrata in vigore della disciplina dell’apprendistato per il diritto/dovere di istruzione e formazione – per gli apprendisti minori di età.
Per quanto riguarda la qualificazione professionale e la durata, l’apprendistato professionalizzante è ammesso per le mansioni comprese nelle categorie da AS ad E.
La durata del periodo di apprendistato è  fissata a 6 anni, 5 anni e 2,5 anni in relazione al gruppo di appartenenza. 

 Inquadramento 

Il nuovo contratto ha stabilito un nuovo sistema di inquadramento professionale con nuove declaratorie professionali. In particolare è stato individuato uno sbocco professionale e salariale tra la categoria C e la categoria B (categoria CS).I passaggi dalla categoria C alla nuova categoria CS saranno realizzati entro il 31/3/2008. 

Aumenti salariali 

Nel complesso gli aumenti concordati sono pari ad un incremento del 9,5% della retribuzione, 102 euro al livello D, il 50% a partire dal 1 novembre e il restante dal maggio 2008. 

Una tantum Ai lavoratori in forza alla data del 11 ottobre 2007 in relazione ai ratei maturati dal 1/1/2005 al 31/10/2007 verranno riconosciuti 400 euro con le seguenti cadenze:

·                 200 euro con la retribuzione di febbraio 2008 (in questa trance saranno trattenute le quote di 18 € erogate dalle aziende come anticipazione);

·                 100 euro con la retribuzione di settembre 2008;

·                 100 euro con la retribuzione di novembre 2008. Agli apprendisti in forza sarà riconosciuto il 70% di questi importi.

 

Shares