Categorie: Ambiente,

20 dicembre 2007 - La news ha avuto 77 visite
Rifiuti: al via la nuova gestione?

Rifiuti: al via la nuova gestione?

 

È stato recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri uno schema di decreto legislativo di modifica del cosiddetto testo unico ambientale, che prevede una serie di semplificazioni che riguardano le scritture relative alla gestione dei rifiuti. (con modifiche alla legge 152/2006) La denuncia annuale dei rifiuti (MUD) adesso risulta, in base a questo schema obbligatoria per:

·         le imprese che producono rifiuti pericolosi, indipendentemente dal numero di dipendenti;

·         le imprese che producono rifiuti non pericolosi, e che non hanno più di 5 dipendenti;

·         i gestori professionale dei rifiuti (raccolta e trasporto, recupero, smaltimento, commercio, intermediazione).

Viene definitivamente chiarito che i trasportatori in conto proprio dei propri rifiuti (art. 212, c. 8) non devono fare il MUD, relativamente a questa attività. Per quanto riguarda il registro di carico e scarico dei rifiuti, si spiega che la sua tenuta non è più obbligatoria per i piccoli imprenditori artigiani che hanno fino a 3 dipendenti. Viene inoltre chiarito che lo stesso registro deve essere nuovamente vidimato. Il testo approvato ha poi delineato un nuovo disegno che riguarda l’informatizzazione degli obblighi ambientali; ha previsto la necessità di dotarsi di apparecchiature elettroniche ma rimanda ad un apposito decreto di attuazione la messa a punto del formato elettronico degli adempimenti (MUD, registri, formulari). Per poter diventare legge, questo schema deve comunque tornare prima al Parlamento per la seconda lettura e successivamente al Consiglio dei Ministri per la terza definitiva approvazione.

consulta il comunicato del Consiglio dei Ministri del 21/12/2007: http://palazzochigi.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=37881

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni invia un’ e-mail a:Federico Mosca e-mail f.mosca@macerata.confartigianato.it

 

 

Shares