Categorie: Eventi, Giovani Imprenditori, news,

20 settembre 2007 - La news ha avuto 39 visite
I giovani imprenditori incontrano Luigi Furini

I giovani imprenditori incontrano Luigi Furini

 

"Non solo lavoro" è lo slogan della festa – evento organizzata venerdi 14 settembre presso la discoteca Babaloo di Porto Potenza Picena dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Macerata. Un’occasione di festa e di saluto dopo la pausa estiva che ha riunito centinaia di giovani ma anche un momento di riflessione e di crescita per chi è o vuole diventare imprenditore.

Momento clou della serata la presentazione del libro, ormai best – seller, del giornalista Luigi Furini "Volevo solo vendere la pizza", un’opera che la dice lunga sulle piccole e grandi difficoltà create da una burocrazia, che, pur con le migliori intenzioni, spesso rischia di soffocare la libera impresa trasformandosi in una giungla di norme e divieti.

Se è vero che innovazione, passione e formazione sono le parole d’ordine per chi vuole creare un’impresa competitiva, è vero anche che l’odissea creata da obblighi e autorizzazioni burocratiche rischia di scoraggiare anche il più intraprendente degli imprenditori. "Volevo solo vendere la pizza" è in questo senso un ritratto del nostro paese che vale più di mille statistiche: i mass media continuano a citarlo, è approdato al Tg1 e perfino in Parlamento.

Il libro di Furini è la storia, basata sull’esperienza personale dell’autore, di un giornalista pavese che a cinquant’anni prova a cambiare vita investendo i suoi risparmi in una pizzeria take – away di appena venti metri quadrati. Un’esperienza che si trasformerà in un viaggio infernale ed insieme esilarante tra multe, divieti e spese esorbitanti e che si concluderà dopo due anni con la chiusura dell’attività e con centomila euro in meno nelle tasche del protagonista.

Sfortuna? Colpa di un sistema burocratico che appare sempre più spesso indiscriminato e poco calibrato sulle esigenze delle imprese? Quello sapientemente illustrato dall’autore è comunque uno scenario in cui gestire un’impresa diventa una battaglia non tanto contro il mercato ma contro una lunga serie di incombenze burocratiche piccole e grandi.

Difficoltà, quelle denunciate da Furini, effettivamente riscontrabili in molte delle nostre aziende associate. Burocrazia e norme legislative, se pur lungi dal contestarne il merito, sono infatti molto spesso poco tarate sulle effettive necessità delle nostre aziende : la piccola impresa ha bisogni ben diversi da quella media e grande, così come il falegname ha rischi ben diversi da quelli del pizzaiolo.

"Volevo solo vendere la pizza", traccia a riguardo un ritratto realistico delle caparbietà e delle difficoltà di tanti imprenditori, oltre ad essere uno dei libri più divertenti dell’anno.

A partecipare all’evento, oltre al giornalista ed autore del libro Luigi Furini, il presidente del gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Macerata Lorenzo Preziuso, il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confartigianato Maurizio Del Tenno, il segretario della Confartigianato Imprese di Macerata Giuliano Bianchi, il vice-presidente della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Macerata Mario Volpini, il presidente di Banca Marche Lauro Costa e il sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci.

 

Shares