Categorie: news,

15 febbraio 2007 - La news ha avuto 89 visite
BRUNO CRESCIMBENI RIELETTO PRESIDENTE DELLA C.ED.A.M.

BRUNO CRESCIMBENI RIELETTO PRESIDENTE DELLA C.ED.A.M.

 Bruno Crescimbeni &egrave; stato rieletto alla Presidenza della C.ED.A.M., la Cassa Edile Artigiana e della Piccola Impresa delle Marche.<br /><br />Nato a Cingoli 47 anni fa, sposato, tre figli, artigiano edile dal 1979, socio dell’impresa Edile Crescimbeni Gianfranco e F.lli snc di Grottaccia di Cingoli, &egrave; da diversi anni Presidente del Gruppo Edili della Confartigianato di Macerata e del CONSEA ( Consorzio di imprese edili ed affini con oltre 60 aziende aderenti ) e, dall’autunno del 2006, anche Presidente Regionale del Gruppo Edili di Confartigianato Marche.<br /><br />Grande soddisfazione viene espressa dal Presidente della Confartigianato Imprese di Macerata Comm. Folco Bellabarba, anche per la conferma a componente effettivo del Collegio Sindacale di Pacifico Berr&egrave;, gi&agrave; membro del Consiglio di Amministrazione precedente e da anni Coordinatore Provinciale della categoria degli edili dell’Associazione.<br /><br />La C.ED.A.M. &egrave; la pi&ugrave; grossa Cassa Edile delle Marche. <br /><br />Fondata nel 1996 dalle Associazioni artigiane Confartigianato, C.N.A., Casartigiani e C.L.A.A.I. e dai Sindacati C.G.I.L. e U.I.L. ( successivamente anche la C.I.S.L. &egrave; entrata tra i componenti ) essa adempie alle proprie funzioni a favore dei datori di lavoro e dei dipendenti delle imprese edili aderenti per le quali, a norma del C.C.N.L., vige l’obbligo di iscrizione. In particolare svolge attivit&agrave; di assistenza ed informazione in materia di integrazione salariale per malattia, infortuni, maternit&agrave;, diritto allo studio, nonch&eacute; in materia di anzianit&agrave; professionale edile, fornendo ai propri iscritti le prestazioni previdenziali ed assistenziali previste dal Contratto oltre a prestazioni aggiuntive extra-contrattuali stabilite dalle contrattazioni locali.<br /><br />Oggi la C.ED.A.M. conta 3.652 imprese aderenti (nel 1997 erano 625, nel 2001 1.563) con 6.207 dipendenti attivi iscritti (nel 1997 erano appena 493, nel 2001 toccavano quota 4.165), con una massa salariale che sfiora i 48 milioni di euro: numeri importanti, non facili da raggiungere, ottenuti grazie all’impegno e all’abnegazione delle Associazioni costituenti e delle persone che, negli anni, si sono succedute alla sua guida ed hanno lavorato per tale scopo.<br /><br />Confartigianato Imprese Macerata augura quindi al presidente ed all’intero nuovo C.d.A. buon lavoro con l’auspicio di raggiungere risultati sempre pi&ugrave; brillanti per una categoria, quella degli edili appunto, che per qualit&agrave; e quantit&agrave; , rappresenta , in questa fase di crisi, uno dei settori trainanti dell’intera economia provinciale.

 

Shares