Categorie: news,

4 gennaio 2007 - La news ha avuto 53 visite
Strisce retroriflettenti e paraspruzzi 04/01/2007 - obbligo del montaggio dal 1° gennaio 2007

Strisce retroriflettenti e paraspruzzi 04/01/2007 – obbligo del montaggio dal 1° gennaio 2007

 Nonostante il Governo si sia impegnato in pi&ugrave; occasioni nel corso del 2006 a sospendere l’obbligo di installazione delle strisce retroriflettenti sui veicoli in circolazione e dei paraspruzzi sui veicoli di nuova immatricolazione ed abbia ribadito anche in occasione degli incontri prenatalizi questa volont&agrave; dobbiamo purtroppo informarVi che nel decreto legge 28 dicembre 2006, n. 300 (milleproroghe) non &egrave; stato inserita alcuna misura, <u>con la conseguenza che dal 1&deg; gennaio 2007 &egrave; scattato l’obbligo di dotare i veicoli con gli equipaggiamenti in oggetto</u>.</p><p>In proposito, il Ministro Bianchi, dopo la sollecitazione effettuata unitariamente da tutte le Associazioni lo scorso 20 dicembre, con la lettera allegata alla presente, ha lasciato intendere la volont&agrave; di intervenire per via amministrativa al fine di risolvere questa situazione che &egrave; veramente penalizzante per le imprese</p><p>La soluzione, peraltro, appare del tutto inadeguata e per questo motivo Confartigianato unitamente al CUNA ha inviato al Ministro una nota di protesta, con la quale nell’evidenziare le oggettive difficolt&agrave; per un tempestivo adeguamento, ribadisce la richiesta di un provvedimento immediato che fornisca alle aziende le necessarie certezze.</p><p>Si coglie l’occasione per ricordare che le sanzioni in caso di mancato montaggio delle strisce(art. 72 del Codice della Strada), <strong>prevedono una ammenda da 74 a 292 euro.</strong> Inoltre, trattandosi di equipaggiamenti del veicolo, la loro presenza &egrave; necessaria in occasione della revisione annuale dei veicoli, quindi con ulteriori difficolt&agrave; dato che le revisioni vengono programmate con parecchi giorni di anticipo.</p><p>Vi ricordiamo inoltre che le Associazioni dell’autotrasporto hanno indetto unitariamente manifestazioni di protesta dontro i gravi ritardi del Governo sia anche p’er i tagli alle risorse destinate al settore.</p>

 

Shares